L’uomo e lo sport connubio innato

Lo sport è uno dei fenomeni più importanti della nostra cultura e sin dalla notte dei tempi è stato rilevante nella vita degli uomini. E’ ed è stato fattore di aggregazione sociale, risorsa educativa, strumento di sviluppo culturale dei popoli.

Lo sport, che abbraccia e comprende molte discipline sportive, ognuna con le proprie caratteristiche, cultura, tradizione e codici d’onore da rispettare, viene visto da alcuni come una metafora del mondo del lavoro dove le persone si preparano a vincere le sfide di ogni giorno imparando a trasformare le sconfitte in opportunità.

Sin dai tempi antichi esso veniva considerato fattore importante della vita quotidiana, a cui ci si applicava senza riserva, tanto che nell’antica Grecia, come apoteosi di esso, furono istituite le Olimpiadi, tuttora esistenti, dove tutte le discipline sportive vengono esplicate e a cui partecipano tutti i popoli. E diventare, ieri come oggi, un campione olimpico è grande soddisfazione, vittoria e superba gloria per l’atleta e la Nazione che egli rappresenta.

Si può dire che l’attività fisica sia nata con l’uomo: tra i popoli primitivi forza e resistenza erano indispensabili per poter affrontare le difficoltà della vita, come cacciare, difendersi dai nemici, costruirsi dei ripari. L’uomo scoprì molto presto che la ripetitività di certi esercizi consentiva di seguirli con maggiore facilità e sicurezza. Al movimento si affiancò così l’allenamento e con la lotta tra uomini per il predominio all’interno della tribù o fra tribù rivali si delineò la terza caratteristica fondamentale dello sport: la competizione. Queste primitive attività erano quindi destinate ad assicurare la sopravvivenza e a procurarsi dei vantaggi materiali; esse, però, non tardarono ad assumere un vero carattere agonistico e sportivo specie in occasione di riti e cerimonie religiose.

In Mesopotamia l’esercizio fisico aveva un carattere militare e, come tale, veniva utilizzato soprattutto per migliorare i soldati preparandoli alle battaglie o a difendere lo Stato.

Molti degli sport e dei giochi di oggi erano già praticati dagli antichi Egizi,che conoscevano modi piacevoli per passare il tempo nei momenti in cui non erano impegnati in altre attività. L’attività fisica era parte integrante della loro vita e della cultura quotidiana, per alcuni era solo divertimento, per altri vera professione. Già dai tempi dei faraoni venivano praticate molte discipline sportive ed esercizi di abilità e destrezza a scopo essenzialmente ludico,lotta, ginnastica e vari generi di giochi con la palla.Per tutto l’800 si ritenne erroneamente che l’attività sportiva dell’egitto si limitasse a un semplice esercizio fisico e che solo presso i greci assumesse i caratteri della competizione e dell’agonismo. e l’agonismo, infatti, e molte di quelle discipline che si sarebbero evolute negli sport moderni trovano la loro patria d’origine nell’antica Grecia. E’ nell’Ellade che l’atletismo assurse a modus vivendi e che le varie manifestazioni agonistiche trovarono una loro codifica e collocazione definitiva.

Le discipline sportive erano legate a origini religiose e guerresche, per questo le gare sportive erano considerate sacre e tenute in onore degli Dei; erano parte integrante del rito funebre e i giochi potevano essere anche il modo per onorare un ospite importante o per riunire popolazioni diverse a scopo di divertimento, come accadeva per le Olimpiadi. Nell’antica Roma lo sport era praticato come forma di trattenimento e spettacolo per intrattenere la collettività e dava un senso anche all’addestramento militare. Ma, mentre in Grecia le attività sportive erano viste in modo più spirituale, finalizzate a elevare la gloria degli atleti, a Roma invece prevalse la componente violenta della competizione. Lo sport, quindi, ieri come oggi, antico o moderno, ha fatto, fa e farà sognare milioni di persone. E nel momento in cui lo si pratica o si assiste a gare sportive esso libera la mente dalle preoccupazioni della vita facendola volare in un paradiso senza confini.

  • Gerardina Russoniello

Potrebbero anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *